Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_brasilia

CONCERTO EVENTO AL CLUBE DO CHORO DI BRASILIA: FRESU, DI BONAVENTURA, MORELENBAUM

Data:

03/10/2017


CONCERTO EVENTO AL CLUBE DO CHORO DI BRASILIA: FRESU, DI BONAVENTURA, MORELENBAUM

Il celebre trombettista jazz Paolo Fresu e o bandoneonista Daniele Di Bonaventura suoneranno nella prestigiosa cornice del Clube do Choro di Brasilia il 10 ottobre p.v., con la speciale partecipazione di Jacques Morelenbaum.
Il duo di jazzisti italiani di fama internazionale, protagonista di recenti progetti e registrazioni di successo (la collaborazione con le voci corse del gruppo “A Filetta”, il progetto Mistico Mediterraneo e l’omonimo disco da poco registrato con la ECM) – darà vita ad un intenso dialogo musicale, ad un concerto che vive di poesia e intimismo e che esala essenze mediterranee. L’incontro sarà arricchito dalla partecipazione del grande musicista, direttore, produttore e compositore brasiliano Jacques Morelenbaum.
L’evento è realizzato dall’Ambasciata d’Italia a Brasilia in collaborazione con il Clube do Choro di Brasilia e con gli Istituti Italiani di Cultura di San Paolo e Rio de Janeiro, città dove gli artisti si esibiranno il 9 e il 13 ottobre.

Clube do Choro di Brasilia, 10 ottobre alle ore 21

BIGLIETTI R$30 e R$15 (ridotto)in vendita presso la biglietteria del Clube do Choro (dal lunedì al venerdì: dalle ore 10h alle ore 18; sabato: dalle ore 19 alle 22; nei giorni di concerto: fino alle ore 22) oppure sul sito: https://www.bilheteriadigital.com/

Paolo Fresu
Nato a Berchidda (Sardegna) nel 1961, è un trombettista e flicornista di fama mondiale. Negli ultimi trent’anni ha suonato in tutto il mondo con nomi illustri del panorama musicale afroamericano, jazz, della musica world e contemporanea.
Vanta più di trecentocinquanta dischi (più di ottanta dei quali come artista principale), progetti sperimentali di fusion (jazz-ethnic music, world music, contemporary music, light music, ancient music) e innumerevoli collaborazioni di grande prestigio (con M. Nyman, E. Parker, Farafina, O. Vanoni, Alice, T. Gurtu, G. Schüller, solo per citarne alcune). Molte sue produzioni sono state insignite da importanti premi italiani e internazionali. Svolge attività di docenza e dirige vari centri di formazione musicale in Italia e all’estero. è direttore del nternacionais no festival di Berchidda 'Time in jazz'. Coordina numerosi progetti multimediali con attori, danzatori, pittori, scultori e poeti. È compositore di musiche per film, documentari, video, per la danza e il teatro.
La miriade di progetti in atto lo impegnano con più di duecento concerti l’anno, in tutto il mondo. Vive tra Bologna, Parigi e la Sardegna.

Daniele Di Bonaventura
Originario di Fermo, nelle Marche, dove è nato nel 1966, è un compositore , arrangiatore, pianista e bandoneonista. Da sempre coltiva la passione per l’improvvisazione, nonostante abbia iniziato molto presto gli studi di piano, violoncello, composizione e direzione.
La sua produzione spazia dal classico al contemporaneo, dal tango al jazz, dalla musica etnica alla world music, passando per il teatro, il cinema e la danza.
Suona da anni Nei più importanti festival italiani e internazionali.
Vanta più di trenta dischi prodotti dalle più rinomate case discografiche (Via Veneto Jazz; Philology; Manifesto; Felmay; Amiata Records; Splasc(H); World Music; CCn’C Records; Harmonia Mundi; EMC).

Jacques Morelenbaum
Musicista, arrangiatore, direttore, produttore e compositore nato a Rio de Janeiro nel 1954, Morelembaum ha lavorato con nomi illustri della musica brasiliana (Antônio Carlos Jobim,
Caetano Veloso, Egberto Gismonti, Gilberto Gil) e mondiale (Sting, Dulce Pontes, David Birne, Cesária Évora). Suona come violoncellista in numerosi ensemble musicali. Nell’ambito del progetto CelloSambaTrio ha appena lanciato il suo primo disco da solista (con la partecipazione di Lula Galvão e Rafael Barata), intitolato “Saudade do futuro, futuro da saudade” (Biscoito Fino).


771